Contatti :




Link :







03/07/2012 - Catturato Serial Killer In Russia

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Mikhail P. ex poliziotto quarantottenne, è stato arrestato dai suoi ex colleghi con l' accusa di aver rapito, torturato, ucciso e poi decapitato ben ventinove donne.
Ci sono voluti quindici anni di indagini per assicurare alla giustizia l' omicida serial che tra il 1995 ed il 1998 avrebbe ucciso almeno ventinove donne ad Angarsk, in Siberia.

Mikhail P. che durante quel periodo faceva parte del corpo di polizia, agiva durante i suoi giorni liberi (principalmente di sera), girando in auto alla ricerca di donne sole alle quale offriva loro un passaggio. Quest' ultime, spesso ubriache, accettavano il favore, ma, invece di accompagnarle a casa come promesso, Mikhail P. le portava nei boschi siberiani dove le torturava, uccideva ed infine le decapitava con una scure.

All' epoca dei fatti le forze dell' ordine rinvenirono parecchi corpi delle vittime, vittime che attribuirono ad un solo omicida. Nelle scene del crimine purono anche raccolti dei campioni di DNA apparteneti all' assassino, questi campini non vennero mai usati per cercare un confronto tra profili genetici di militari ed ex membri delle forze dell’ordine.

Finalmente però la polizia si preoccupò di fare tale ricerca ed il nome che ne venne fuori è proprio quello di Mikhail P.  quarantotto anni, ex membro del corpo di polizia che dalla fine degli anni novanta aveva trovato lavoro in una fabbrica di tubi.

Le forze dell' ordine ipotizzano che col cambio di lavoro la fame omicida del serial kiler si sia in qualche modo attenuate infatti, attualmente, gli attribuiscono un solo omicidio avvevuto dopo l' abbandono del lavoro in polizia, quello di una donna uccisa nel 2004.

L' assassino seriale è stato perciò arrestato ad Vladivostok e condotto nel carcere di Angarsk in attesa di essere interrogato ed accusato dei suoi crimini.