Contatti :




Link :







04/12/2011 - A.A.A. Serial Killer Cerca Famiglia Da Amare

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Il più prolifico serial killer italiano Donato Bilancia (diciasette vittime), ha pubblicato una lettera sul Gazzttino, dove scrive di essere in cerca di una famiglia con cui avere un rapporto.




Il serial killer genoano, in carcere dal 1998 con da scontare una condanna a tredici ergastoli, attraverso una lettera consegnata al Gazzettino tramite il suo legale dichiare:

"una famiglia bisognosa, con un bimbo piccolo, magari anche disabile, con cui provare ad instaurare un rapporto nuovo, da nonno, anche se in condizioni oggettivamente molto particolari“.

Il serial killer, arrivato a sessanta anni di età, ritorna, grazie a questa lettera, a far parlare di se. Dice che questo rapporto servirebbe a placare la sua coscienza:

costantemente tormentata dal rimorso per ciò che ho commesso” e a permettergli di aprirsi e parlare “anche del suo tormentato passato, fatto di violenza“.

Resta da vedere chi risponderà a quest' appello.

Bilancia, sin dal momento della sua cattura, si è posto su un metaforico piedistallo, cercando di stare, col passare del tempo, sempre al centro dell' attenzione. Qyando fu catturato ed immobilizzato dai carabinieri, si complimentò con loro e, nei successivi interrogatori, confessò subito gli omicidi che gli furono attribuiti, iù altri (poi conprovati) di cui le forze dell' ordine non lo ritenevano responsabile. Dal carecre scrisse ad un famoso avvocato per essere difeso e, raccontò ad esso la sua storia, attirando sempre più l' attenzione su di se. Col passare del tempo, dopo i processi e la condanna, Bilancia torna a far parlare di se con un intervista in tv con Paolo Bonolis e, dichiarando più volte di aver avuto un complice di cui non fece il nome (cosa non impossible ma altamente improbabile). Che questo sia l' ennesimo tentativo di attirare l' attenzione?