Contatti :




Link :







11/06/2011 - Uccise E Fece A Pezzi Due Uomini, Arrestata Ad Udine

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Era in fuga dall' Austria Goidsargi Estibaliz Carranz Zabala, dove si lasciava alle spalle un marito ed un compagno uccisi, fatti a pezzi e nascosti in uno scantinato all' interno di due frigoriferi. La trentaduenne è stata poi arrestata ad Udine mentre tentava la fuga.




A Vienna, dove da cinque anni ormai gestiva una gelateria, è stata ribattezzata "la principessa di ghiaccio", più per il fatto di aver nascosto i cadaveri di due uomini fatti a pezzi all' interno di due frigoriferi (come faceva Richard Kuklinski sopranominato "l' uomo di ghiaccio") che per il suo mesterie.

Goidsargi Estibaliz Carranz Zabala trentadue anni di chiare origini spagnole, si trovava ad Udine in fuga da Vienna, dopo che il lunedì precedente, nello scantinato della gelateria che gestiva sono stati ritrovati i cadaveri fatti a pezzi di suo marito e del suo ex compagno.

Su di lei pendeva un mandato di cattura internazionale, e perciò non ha potuto utilizzare un biglietto aereo per Barcellona precedentemente acquistato. Successivamente una segnalazione dell' interpol indica che la donna si trova in Friuli a Cavazzo Carnico dove vi aveva dormito martedì e mercoledì in un hotel al confine con l' Austria. La soffiata decisiva arriva poi da un artista di strada che giovedì le aveva offerto ospitalità per la notte, l' uomo poi riconoscendola non esita ed avverte la polizia.

Al momento dell' arresto, avvenuto ieri ad Udine prima che la donna potesse salire su un treno e darsi alla fuga, la donna ha confessato i due crimini, aggiungendo che li avrebbe commessi per difendersi dalle continue violenze fisiche e psicologiche che subiva dai due uomini, quindi per leggittima difesa.

Il marito, Holger H., risalirebbe al 2008, l' uomo sarebbe stato colpito alle spalle da un colpo d' arma da fuoco mentre era davanti al proprio computer. L' ex compagno Mandfred H., invece, risulterebbe stato ucciso l' anno scorso a novembre, colto di sorpresa anch' egli mentre si trovava a letto, sempre colpito con un arma da fuoco. Entrambi sono stati poi fatti a pezzi con una sega elettrica e come gia detto riposti nei frigoriferi in cantina.

La famiglia dell' ex compagno della donna, afferma però che Mandfred avesse prestato alla sua carnefice 100.000€ prima di sparire nel nulla, proprio per aprire la gelateria.


La scoperta dei corpi è avvenuta per puro caso, Erkan Koksal proprietario della parruccheria che si trova sopra lo scantinato, a causa di una perdita idraulica ha cercato più volte di contattare la proprietaria dello scantinato invano, dunque, senza permesso insieme agli operai è entrato comunque, facendo la macabra scoperta.E' qui che l' assassina, informata da un cliente del macabro ritrovamento, capisce di essere stata scoperta e, come un automa, esce dal negozio, prende un bus ed inzia così la sua fuga.


Oltre ai frigoferi coi cadaveri a pezzi, sul luogo sono stati sono stati rinvenuti anche due fucili Rifle con mirino telescopico (a cui la donna non ha saputo dare una giustificazione), una borsa da donna contenente un revolver ed un blocchetto con delle annotazioni in spagnolo.


L' unico pensiero ricorrente nella testa della donna, che tra l' altro è anche incinta di due mesi, pare essere:“
chissà cosa penserà di me il mio nuovo compagno!“. Specificando agli agenti che l' hanno arrestata:“Le cose con Roland - il suo attuale compagno - andavano bene, non gli avrei mai fatto nulla di male“.

Attualmente la donna si trova nel carcere di Trieste in attesa dell' udienza che dovrà rispondere alla richiesta di estradizione inviata dalle autorità austriache.


La gelateria
 


Lo scantinato





L' arresto