Contatti :




Link :







17/09/2010 - Avvocato Ucciso Con Una Balestra

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Un avvocatessa quarantenne di Rimine è stat trovata morta in casa dal marito . E' stata uccisa con una freccia scagliata da una balestra .




Si chiamava Monica Anelli , sul caso indaga la squadra mobile . Secondo una prima ricostruzione , l ' avvocatessa ha incontrato il suo aggressore , nella soglia di casa e , dopo una prima colluttazzione , aveva tentato di scappare correndo verso le scale , è stato in quel momento che l ' assassino ha scoccato il dardo che l ' ha trafitta uccidendola .

Successivamente il killer , ha aperto dei tubi del gaso , posizionando vicino ad essi una candela , sperando di causare un esplosione cge per fortuna non è avvenuta .

Alla base del delitto si ipotizzano morivi familiari e gli inquirenti stanno tentando di contattare uno zio della vittima che risulta inrrintracciabile .
Aggiornamento :

18/09/2010 - Trovato L 'Assassino Dell ' Avvocato Monica Anelli
I sospetti delle orze dell ' ordine erano fondati , l ' avvocato quarantenne di rimini è stata uccisa dallo zio paterno .







Stefano Anelli sessantadue anni , abitava nella stessa palazzina della nipote insieme alla compagna . I sospetti si concentrarono su di lui , visto che dopo il delitto era l ' unico parente inrintracciabile . Si ipotizza che Monica Anelli sia stata uccisa per questioni di eredità .

Lo zio assassino è stato ritrovato morto in serata in località Santa Cristina , uccisosi con la stessa balestra .
Aggiornamento :

19/09/2010 - Emergono Ulteriori Dettagli Sull ' Omicidio Dell ' Avvocato Anelli
Novità sul movente dell ' omicidio di Monica Anelli avvocato di Rimini quarantenne uccisa nei giorni scorsi dallo zio , che dopo l ' assassinio della nipote si tolse la vita con la stessa balestra con la quale l ' aveva uccisa .


Pare che lo zio abbia compiuto l ' atto criminoso per motivi di convivenza . Infatti Monica e il suo compagno vivevano nella stessa palazzina in cui lo zio viveva con la sua terza moglie moldava .

Stefano Anelli era considerato dai vicini un tipo strano , con manie di persecuzioni , chiusosi verso il mondo esterno .

In casa sua è stato trovato un diario dove l ' uomo appuntava gli orari d ' uscita e di entrata della nipote , per un periodo di tempo che va da marzo fino al sedici settembre . E ' stata anche trovata una lettera scritta ma mai spedita , indirizzata ai coniugi romano ( gli autori della strage di Erba ) , in cui elogiava il loro gesto e li considerava vittime della magistratura .