Contatti :




Link :







19/11/2012 - Caccia a Serial Killer Di Negozianti A Brooklyn, Gia Tre Le Vittime

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Sul ricercato si sa ancora ben poco, ciò che le forze dell' ordine hanno diramato sono: un identikit troppo generico, il fatto che usi una calibro 22 e che pare prenda di mira i negozianti mediorientali.
 
L' uomo ha adottato per tutti e tre gli omicidi lo stesso modus operandi.

Il primo omicidio risale al sei luglio scorso quando uccise il sessantacinquenne Mohammed Gebeli, gestore di un negozio di abbigliamento nel quartiere Bay Ridge.

Il due agosto è la volta di Isaac Kadare, cinquantanovenne proprietario di un 99 cent store a Bensonhurst, anche lui, come la prima vittima, freddato da dei proiettili calibro 22 e ritrovato qualche ora dopo l' orario di chiusura dei negozi.

L’ultima esecuzione è avvenuta a Flatbush, dove il titolare del negozio She She Boutique è stato ucciso con un proiettile al torso e due alla testa. La sua vittima, Vahidipour Rahmatollah, si trovava dietro al bancone, ma il killer una volta compiuto l' omicidio ha spostato il corpo sul retro, dove le ha coperto il volto con dei vestiti (gesto che indica spesso il tentativo di disumanizzare la vittima per attenuare il proprio rimorso).

Il modus operand è identico in tutti e tre i delitti e, un ulteriore costante che balza all' occio, è quella delle origini di tutti e tre i negozianti, tutti mediorientali. Appare chiaro dunque che l' assassino prenda di mira appositamente questa etnia.

Dalle dinamiche dei delitti emerge anche che si tratta di una pesona molto metodica, fredda e organizzata. A sostegno di ciò ci sono diversi elementi:
la scelata dell' arma, una calibro 22 non è una pistola potentissima e perciò non fa troppo chiasso, l' ideale per colpire in un negozio dove attirati dagli spari potrebbero entrare poliziotti o altri.
I negozi erano tutti privi di sicurezza e l' orario era in prossimità della chiusura degli stessi.
Secondo gli inquirenti, avrebbe addirittura atteso due mesi prima di colpire per la terza volta per far calmare le acque.
Sulla scena non si trova nulla che possa ricondurre ad un sospettato, ne impronte ne tanto meno DNA.
In fine, il fatto che il killer lasci i bossoli sulla scena del crimine potrebbe indicare la volontà di sfidare gli investigatori.

Quindi potrebbe trattarsi di qualcuno ben addestrato che prepara con cura i suoi delitti.

Dopo il tero omicidio, le autorità di New York hanno rilasciato l’identikit del presunto serial killer chiesto l’aiuto della popolazione locale, offrendo una ricompensa di ventiduemila dollari a chiunque fornisca informazioni utili alla cattura del killer.

Ultimo elemento, messo in risalto dalla stampa, è stato il fatto che gli omicidi potrebbero avere a che fare con una fissazione del killer per il numero 8 (cosa difficile ma non impossibile). Questo a causa del fatto che i numero civici dei negozi in cui ha colpito l' uomo contengono tutti degli 8: 7718, 1877 e 834.

Le indagini proseguono.



L'identikit