Contatti :




Link :







22/03/2012 - Ucciso Dalle Forze Dell' Ordine Dopo Un Assedio Durato Trenta Ore Il Serial Killer Di Tolosa

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






La Prima volta che si sentì parlare di lui era il venti marzo, quando a bordo di una moto, con una telecamera legata al collo, fece fuoco contro una scuola ebraica uccidendo quattro persone tra cui tre bambini ma, in passato, aveva già ucciso almeno altre tre persone.
Si chiamava Mohammed Merah,francese di origine algerine di ventiquattro anni, e due giorni fa si era reso responsabile di una  vera e propria strage architettata ai danni della comunità ebraica della città di Tolosa.

Il killer, a volto coperto, a bordo di una Yamaha T-Max, utilizzando una calibro 11,43 e con una telecamera legata al collo, ha assaltao la scuola ebraica di Ozar Hatorah uccidendo quattro persone: un rabbino e tra bambini.

Dopo la fuga, le indagini dei militari francesi si sono concentrate su, tre parà del reggimento di Tolosa cacciati nel 2008. Da qui gli inquirenti sono arrivati a casa di Merah, introducento, tramite delle apposite sonde, delle microspie nel bagno di casa sua. Però il killer, accortosi del fatto, ha cominciato a far fuoco sui militari ferendone due, dando inizio ad un assedio che durerà più di trrenta ore.

In un primo momento il giovani ha proclamato in due occasioni la sua volonta' di consegnarsi, ma poi, dlle 22:45 ha cambiato idea dichiardando di voler morire con le armi in mano:

"se muoio, e' peggio per me; pero' vado in paradiso. Se tocca a voi, peggio per voi".


Dopo questa sue dichiarazione Merah si chiuse in un mutismo durato dalle 23:30 fino alle 11:30 di oggi.

I negoziatori nella notte hanno scelto una strategia di sfinimento mentale, con alcune detonazioni in piena notte con le quali e' stata aperta la porta di ingresso. Alle 11:30 le teste di cuoi si introducono pian piano nell' appartamento fino ad arrivare alla porta del balcone di casa a quel punto hanno capito che c'era una presenza nell'appartamento.

Merah, che aveva con se' una colt 45, e' uscito dal bagno e ha cominciato a sparare all'impazzata avvicinandosi alla finestra, fino a gettarsi all'esterno mentre la polizia gli sparava. E' stato trovato morto, a terra, sotto la finestracon un colpo di proiettile sul cranio.

Il bilancio dei militario invece è di 5 feriti, tra cui uno più grave ferito ad un piede. L'estremista indossava un giubbotto antiproiettile sotto la tunica, In casa aveva bottiglie molotov e munizioni e, durante l' assedio ha esploso contro gli agenti circa tranta colpi di pistola. Sul cadavere è già stata disposta un autopsia.

Dai filmati recuperati dalla telecamera che il giovane si portava appresso legata al collo si sono potuti visionare gli altri omicidi commesi dal terrorista.

Nel primo filmato si vede l' omicidio del militare del reggimento paracadutisti a Tolosa, lo scorso 11 marzo, con il quale il killer aveva fissato un incontro per la vendita di una moto, nel filmato il carnefice dice alla sua vittima:

"tu uccidi i miei fratelli, io ammazzo te".

Dai filmati che seguono il killer sfoggia nuovamente il suo estremismo nell'assassinio degli altri due militari a Montauban, quattro giorni piu' tardi, quando fugge in scooter urlando 'Allah Akbar'; e lunedi' nella strage dinanzi alla scuola ebraica di Tolosa.

Resta da capire se il giovane ha agito di sua volontà od oppure faceva parte di qualche cellula terrostica attiva sul territorio. Intanto, per capirne di più, sono stati portati in caserma la madre di Merah ed i suoi due fratelli.

La stampa locale, nelfrattempo, ha reso noto qualche dettaglio in più sul passato di Merah: è evaso insieme ad un gruppo di talebani da un carcere di Kandahar, dove stava scontando una condanna a tre anni per aver piazzato delle bombe nella città afgana.

Le indagini, sperando che il peggio sia passato, continuano.

Ecco dei video che riassumono la vicenda






Questa brutta storia di violenza estremista avvenuta in Francia, ci riporta alla mente quella tutta italiana, avvenuta a Firenze, che vide come killer Gianluca Casseri, anche lui xenofobo, divenuto un serial/mass murderer ed ucciso dopo uno scontro con le forze dell' ordine (per saperne di più clicca qui).