Contatti :




Link :







23/08/2010 - Mass Murderer A Manila Otto I Morti

 Inserisci qui il tuo indirizzo
E-Mail
per essere sempre aggiornato sui nuovi contenuti dalla nostra newsletter






Ottto ostaggi uccisi a colpi di mitra dal sequestratore , Rolando Mendoza un ex ispettore di polizia , che con questo insano gesto voleva a tutti i costi essere reintegrato tra le forze dell ' ordine , dopo un licenziamento a suo dire ingiusto .




Tutto cominciò alle nove di mattina ( in Italia le 3 ) , quando l ' ex ispettore Mendoza cinuantacinque anni armato di M-16 si impadronisce del mezzo presso il Quirino Grandstand, il piazzale dove i neoletti presidenti filippini pronunciano il loro giuramento .

Barricatosi nel mezzo insieme a ventidue ostaggio , cominciò a comunicare tramite dei fogli di carta esposti ai finestrini : " Un grande errore per una grande decisione sbagliata" , fu il primo messaggio , proseguendo poi con ; " roba grossa " e " un grande stallo " . Nel frattempo la polizia riuscì a comunicare con il sequestratore grazie ad una linea telefonica , stabilendo con calma un contatto , riuscendo a convincerlo a liberare nove ostaggi tra cui tre bambini .

Fino a qui nessuno ci è andato di mezzo , ma il dramma inizia nelle prossime ora quando a bordo ci sono ancora quindici turisti cinesi e l ' autista .

Mendoza era stato licenziato a causa di un ' accusa di estorsione per 350 euro ai danni dello chef di un hotel di lusso , costretto anche ad ingoiare un sacchetto di metamfetamine . Fino a quel momento Rolando Mendoza era un agente pluridecorato e nel 1986 nominato tra i dieci migliori poliziotti del Paese .  

Proprio il difensore civico che lo fece licenziare aveva preparato una lettera da consegnare all ' ex agente nell ' intenzione di " illuminarlo " ma , il fratello e il figlio del sequestratore si rifiutarono di fare da intermediare , incoraggiando addirittura l ' uomo a non mollare , quindi i due furono arrestati dalla polizia filippina . Subito dopo all ' interno del mezzo furono esplosi alcuni colpi .

A una radio locale, Mendoza ha rivelato di aver ucciso due turisti, minacciando di fare una strage completa.

Dopo che scese il buio sotto la pioggia all ' autista fu concesso di uscire , che correndo alla disperata lontano dal pullman dichiarò che i turisti erano tutti morti .

Non era cosi , ma a questo punto le forze speciali hanno circondato con circospezione il pullman , dal quale non provenivano segnali di vita .

Si tentò di salire a bordo del mezzo , prima dalla porta laterale poi da dietro , ma non ci si riuscì . Mendoza rispose con una scarica di proiettili verso l ' esterno che ferì un bambino di 10 anni che si trovava lontano centinaia di metri .

Le forze dell ' ordine dovettero intervenire lanciando all ' interno del bus attraverso i finestrini rotti dei lacrimogeni .Pochi minuti dopo il sequestratore sporgeva esanime dalla porta dell'autobus , non e' ancora chiaro se sia stato ucciso dalle forze speciali o si sia suicidato .

Era finita , alcuni turisti uscirono a piedi visibilmente sotto shock .


 
Un altro esempio lampante di Mass Murderer , ossia : assassino di massa che uccide quattro o più persone all'interno dello stesso luogo e dello stesso episodio . 
trovate una spiegazione molto chiara nella sezione documenti del sito (
qui ) , scaricando il file corso Criminologia - Criminali & Vittime .